Midecin

Midecin

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Midecin: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Midecin: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Pubblicità

MIDECIN

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Una compressa contiene:

midecamicina 400 mg.

03.0 Forma farmaceutica

12 compresse da 400 mg.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Infezioni del cavo orale, granulomi cistici, cisti mascellari,periodontiti, osteoperiostiti, disodontiasi, osteiti alveolari, da microrganismi sensibili alla midecamicina.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

La posologia varia in funzione dell’età, del peso corporeo e del tipo di infezione; è consigliabile quindi seguire la prescrizione medica.

Adulti: 800-1200 mg/die (1 compressa 2-3 volte al giomo a intervalli regolari); a giudizio del Medico la posologia può venire aumentata fino a 1600 mg/die.

04.3 Controindicazioni

Pazienti con accertata ipersensibilità alla midecamicina.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Le compresse da 400 mg non devono venire somministrate a bambini al di sotto dei sei anni.

In presenza di insufficienza epatica monitorare attentamente il paziente.

Le compresse devono venire ingerite intere con un po’ d’acqua.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Con altri macrolidi sono stati riportati fenomeni d’ischemia in seguito ad associazione con derivati dell’ergotamina per altro mai riferiti con midecamicina. Non interferisce con la cinetica della teofillina.

04.6 Gravidanza e allattamento

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del Medico. La midecamicina passa nel latte materno, pertanto è preferibile sospendere l’allattamento.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Non interferisce sulla capacità di guidare e sull’uso di macchine.

04.8 Effetti indesiderati

Solo occasionalmente è stata riscontrata in seguito a somministrazione di midecamicina l’insorgenza di disturbi gastroenterici quali nausea, vomito, anoressia e diarrea.

04.9 Sovradosaggio

Non sono stati segnalati fino ad ora segni di iperdosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

La midecamicina, come del resto tutti i macrolidi, interviene a livello della frazione 50 S dei ribosomi inibendo gli enzimi che effettuano la traslocazione delle catene peptidiche in formazione e bloccando di conseguenza la sintesi proteica. La midecamicina,come gli altri farmaci del gruppo, ha un’attività antibiotica,che comprende tutti i microrganismi Gram positivi compresi gli stafilococchi resistenti ad altri antibiotici inclusi i cocchi Gram negativi come la Bordatella pertussis, i micoplasmi e le clamidie. È inoltre attiva verso il Campylobacter fetus, la Legionella pneumophila e verso gli anaerobi ossigeno intolleranti, sia Gram negativi compresi i Bacteroides.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Gli studi farmacocinetici hanno messo in evidenza che la midecamicina viene rapidamente assorbita dopo somministrazione orale, con raggiungimento dei massimi livelli ematici entro due ore e rapido passaggio ad organi e tessuti, dove le concentrazioni antibiotiche raggiungono valori più elevati rispetto a quelle ematiche.

In particolare i tassi bucco-dentali e intrapolpali e quelli cutanei, renali, polmonari, sono molto superiori a quelli sierici e vengono raggiunti già dopo 1 /2 h dalla assunzione. La midecamicina viene metabolizzata nel fegato e nei liquidi biologici trasformandosi in due metaboliti che hanno attività antibatterica.

L’eliminazione avviene preferibilmente per via biliare e in parte anche per via renale e salivare.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Tossicologia

La tossicità per somministrazione unica nell’animale è molto bassa e la tollerabilità, anche a seguito di somministrazioni prolungate, è buona.

Nel topo maschio la DL50 è pari a 7.200 mg/kg, mentre nella femmina è pari a 5.800 mg/kg. Nel ratto maschio è pari a 12 g/kg e nella femmina a 9,6 g/kg. Le prove di tossicità fetale nel ratto e nel coniglio hanno dimostrato, che la midecamicina è ben tollerata e non è dotata dì attività embriotossica o teratogena. In particolare dati di cinetica hanno dimostrato una elevata e attiva concentrazione bucco-dentale e intrapolpare dell’antibiotico.

La tollerabilità nell’uomo studiata mediante gli ordinari indici clinici e di laboratorio ed in particolare la tollerabilità a livello gastrico è risultata buona.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Cellulosa microgranulare, polimetacrilato di potassio, magnesio stearato, talco, polimetacrilato di butile e dimetilaminoetile,polietilenglicole 4000, titanio biossido, colorante E131.

06.2 Incompatibilità

Non sono note incompatibilità con altri farmaci.

06.3 Periodo di validità

3 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Conservare a temperatura ambiente.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Blister in PVC e alluminio serigrafato.

Midecin: 12 compresse da 400 mg

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Vedi "Posologia e modo di somministrazione".

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

FARMAKA S.r.L.

Via Vetreria, 1 – 22070 Grandate (CO)

Officina di produzione:

Montefarmaco S.p.A. – Via G. Galilei, 7 – Pero (MI)

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

AIC n. 024290013

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Giugno 1995.

10.0 Data di revisione del testo

Maggio 1995

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)