Fresonorm: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Fresonorm

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Fresonorm: ultimo aggiornamento pagina: 24/06/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Fresonorm: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

Fresonorm

1000 mg compresse gastroresistenti.

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Una compressa gastroresistente contiene 1000 mg di bicarbonato di sodio (Na + 11,9 mmol, HCO3

11,9 mmol).

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Compresse gastroresistenti.

Compressa bianca, rotonda, biconvessa con diametro di circa 12,4 mm.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Fresonorm è indicato negli adulti e negli adolescenti al di sopra dei 14 anni di età per il trattamento dell’acidosi metabolica nell’insufficienza renale cronica.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Posologia

Adulti

La posologia dipende dalla gravità dall’acidosi metabolica da trattare. Le cause alla base dell’acidosi metabolica devono essere chiarite prima di iniziare il trattamento con bicarbonato di sodio.

Lo stato acido-base del paziente deve essere monitorato regolarmente e il dosaggio deve essere modificato in base alla risposta.

Trattamento dell’acidosi metabolica nella malattia renale cronica

Per il trattamento dell’acidosi metabolica associata a malattia renale cronica, la terapia orale con bicarbonato di sodio negli adulti, viene solitamente iniziata con una dose orale di bicarbonato di sodio pari a 2-3 compresse al giorno, assunte in dosi separate.

La dose viene poi titolata per fornire una concentrazione plasmatica di bicarbonato non inferiore a 22 mmol/l.

È stato dimostrato che dosi giornaliere fino a 8 g della formulazione gastroresistente di bicarbonato di sodio, sono efficaci nel controllo dell’acidosi metabolica in pazienti con malattia renale cronica, ma in alcuni paizenti possono essere necessarie dosi maggiori a seconda della gravità dell’acidosi.

Trattamento dell’acidosi metabolica nell’acidosi tubulare renale Acidosi tubulare renale distale

Negli adulti con acidosi tubulare renale distale (tipo 1) , una dose iniziale di 48-72 mmol (circa 4-6

g) al giorno viene somministrata in quattro o cinque dosi separate. La dose viene titolata fino al

controllo dell’ipercalciuria e dell’acidosi metabolica e in base alla risposta e alla tolleranza del paziente.

Acidosi tubulare renale prossimale

Generalmente nei pazienti con acidosi renale tubulare prossimale (tipo 2) sono necessarie dosi più elevate; dosi orali di 4-10 mmol/kg al giorno vengono somministrate in dosi separate in base alla risposta e alla tolleranza del paziente.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l’efficacia di Fresonorm nei bambini al di sotto dei 14 anni non sono state stabilite. Non ci sono dati disponibili. Fresonorm non deve essere usato in questa popolazione di pazienti.

Modo di somministrazione

Le compresse non devono essere masticate o frantumate, ma devono essere ingerite intere con acqua.

A causa del rischio di sviluppare ipernatriemia e alcalosi metabolica, il bicarbonato di sodio non deve essere assunto nell’arco di un periodo prolungato di tempo senza monitoraggio.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Rispettivamente alcalosi, acidosi respiratoria, ipokaliemia, ipernatriemia e dieta a basso contenuto di sodio.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Fresonorm deve essere usato con cautela in pazienti che manifestano ipoventilazione, ipocalcemia e disturbi iperosmolari.

Gli effetti di Fresonorm devono essere monitorati ad intervalli settimanali, in particolare all’inizio del trattamento, quando si sostituisce una formulazione non gastroresistente di bicarbonato di sodio con Fresonorm e nella somministrazione di dosi elevate (ad es. misurazione del pH, bicarbonato standard, riserva di alcali; vedere paragrafo 4.2). Similmente, gli elettroliti plasmatici, in particolare sodio, potassio e calcio devono essere monitorati frequentemente.

A causa del contenuto di sodio di Fresonorm, l’equilibrio idroelettrolitico del paziente deve essere attentamente monitorato durante il trattamento con il medicinale.

Durante il trattamento prolungato sono essenziali regolari analisi di laboratorio. La sovracompensazione del deficit di bicarbonato può essere a sua volta corretta riducendo la dose.

Nei pazienti con pH arterioso inferiore a 7,2, è necessaria la correzione dell’acidosi tramite infusione.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l’efficacia di Fresonorm nei bambini al di sotto dei 14 anni non sono state stabilite. Non ci sono dati disponibili. Fresonorm non deve essere usato in questa popolazione di pazienti.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Non sono stati effettuati studi d’interazione utilizzando bicarbonato di sodio gastroresistente.

In generale, possono verificarsi interazioni con altri medicinali a causa del cambiamento del pH nel tratto gastrointestinale o nelle urine.

Grazie al rivestimento gastroresistente la probabilità di un’interazione all’interno del tratto gastrointestinale è considerata bassa.

In casi particolari, l’eliminazione di acidi e basi deboli può essere influenzata dal trattamento con bicarbonato di sodio attraverso l’incremento del pH delle urine. Ciò potrebbe, ad esempio, riguardare i simpaticomimetici, gli anticolinergici, gli antidepressivi triciclicici, i barbiturici, gli H2-antagonisti, captopril e chinidina.

Deve essere tenuta in considerazione una potenziale influenza sulla solubilità del medicinale eliminato nelle urine (ad es. ciprofloxacina).

Possono verificarsi interazioni funzionali con i glucocorticoidi e i mineralcorticoidi, gli androgeni e i diuretici associati ad un’aumentata escrezione di potassio.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Gravidanza

I dati provenienti dall’uso di dosi elevate di bicarbonato di sodio nelle donne in gravidanza sono limitati o assenti. L’esperienza con basse dosi di bicarbonato di sodio suggerisce un rischio di ritenzione idrica e possibilmente ipertensione dopo l’uso a lungo termine. Studi animali non indicano effetti teratogeni (vedere paragrafo 5.3). Fresonorm deve essere usato con cautela durante la gravidanza e solo se strettamente necessario.

Allattamento

Il bicarbonato di sodio viene escreto nel latte materno. Non ci sono effetti noti sul neonato dopo uso di basse dosi e a breve termine. L’uso di Fresonorm a dosi elevate e a lungo termine non è raccomandato durante l’allattamento.

Fertilità

Non è noto se il bicarbonato di sodio abbia effetti sulla fertilità.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Fresonorm non altera o altera in modo trascurabile la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Le frequenze utilizzate sono le seguenti:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

Classificazione per sistemi e organi di MedDRA

Frequenza Effetti indesiderati

Patologie gastrointestinali Non nota Flatulenza e dolore addominale

Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo

Non nota Tetania ipocalcemica (iperirritabilità

muscolare causata da ipocalcemia) con dosi eccessive, disturbi preesistenti del tratto gastrointestinale (ad es. diarrea) possono esacerbare questo disturbo

Patologie renali e urinarie Non nota Promozione di urolitiasi renale

(formazione di calcoli di calcio o magnesio fosfato) con l’uso prolungato

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite

tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Nei casi di sovradosaggio assoluto o relativo (ad es. nell’insufficienza renale), la somministrazione orale di bicarbonato di sodio può causare alcalosi accompagnata da vertigini, debolezza muscolare, affaticamento, cianosi, ipoventilazione e sintomi di tetania. Successivamente possono sopravvenire apatia, confusione, ileo e collasso circolatorio. Il trattamento del sovradosaggio di bicarbonato di sodio consiste nella correzione dei fluidi, degli elettroliti (tramite somministrazione di calcio, potassio e cloruro, se necessario) e degli squilibri acido-base.

Nei casi individuali, possono prevalere sintomi di ipernatriemia acuta inclusa confusione aggravata, culminante in attacchi epilettici e coma. In questi casi è indicata la somministrazione di fluidi (ad es. soluzioni di glucosio e soluzioni elettrolitiche iposmolari) e saluretici.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: Antiacidi associati a sodio bicarbonato, codice ATC: A02AH

Le proprietà farmacologiche fondamentali del bicarbonato di sodio si basano sul suo ruolo fisiologico come componente del sistema tampone HCO3

/CO2.

Il bicarbonato di sodio contenuto in Fresonorm viene somministrato nella forma farmaceutica in compresse resistenti agli acidi gastrici che sono in grado di rilasciare sodio e bicarbonato assorbibili nell’intestino tenue.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Assorbimento

Dopo somministrazione orale, Fresonorm passa immodificato attraverso lo stomaco e il bicarbonato viene rilasciato solo dopo aver raggiunto l’intestino tenue. NaHCO3 viene assorbito nell’intestino tenue e, se i livelli plasmatici di bicarbonato sono normali, parzialmente escreto tramite i reni. HCO 3

viene quasi completamente riassorbito dopo filtrazione renale quando i livelli plasmatici sono inferiori a 24 mmol/l.

Biotrasformazione ed eliminazione

In base alla situazione metabolica, nel plasma si formano anidride carbonica ed acqua in seguito alla reazione del bicarbonato di sodio con ioni idrogeno. L’anidride carbonica formatasi durante questa reazione viene eliminata attraverso i polmoni. La trasformazione del bicarbonato di sodio in anidride carbonica ed acqua viene controllata dall’anidrasi carbonica. Il bicarbonato di sodio passa rapidamente nella barriera placentare ma attraversa lentamente la barriera emato-encefalica.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Il sodio e il bicarbonato sono componenti fisiologici del plasma animale e umano. Le informazioni precliniche derivate da medicinali contenenti bicarbonato di sodio sono limitate. Questi dati limitati non rivelano rischi particolari per l’uomo con l’uso a concentrazioni terapeutiche.

Non sono stati rilevati effetti teratogeni nel topo e nel ratto in seguito a dosi elevate di bicarbonato di sodio.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Sodio amido glicolato Cellulosa microcristallina Copovidone

Amido di patata

Silice colloidale anidra

Magnesio stearato (di origine vegetale) Ipromellosa

Titanio diossido (E171) Macrogol

Talco

Copolimero dell’acido metacrilico e dell’etil acrilato (1:1) Sodio idrossido

06.2 Incompatibilità

Indice

Non pertinente.

06.3 Periodo di validità

Indice

3 anni

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Non conservare a temperatura superiore ai 30°C.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Confezione da 100 compresse gastro-resistenti in blister in PVC/alluminio.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna istruzione particolare.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Fresenius Medical Care Deutschland GmbH Else-Kröner-Straße 1

61352 Bad Homburg v.d.H. Germania

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

AIC n. 045644010 – "1000 mg Compresse Gastroresistenti" 100 Compresse In Blister PVC/Al

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data della prima autorizzazione: {GG mese AAAA}

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Documento messo a disposizione da A.I.FA. in data: 29/03/2018

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice