Duac 10/30 mg: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Duac 10/30 mg

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Duac 10/30 mg: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Duac 10/30 mg: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

Duac 1% – 5% Gel

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

1 g di gel contiene:

10 mg di clindamicina come clindamicina fosfato

50 mg di benzoil perossido anidro come benzoil perossido idrato Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Gel

Gel omogeneo di colore da bianco a giallo chiaro.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Duac 1% – 5% Gel è indicato per il trattamento topico dell’acne vulgaris da lieve a moderata, specialmente in presenza di lesioni infiammatorie, negli adulti e negli adolescenti di età maggiore o uguale a 12 anni (vedere paragrafì 4.4 e 5.1).

Occorre prendere in considerazione le linee guida ufficiali sull’uso appropriato degli agenti antibatterici.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Solo per uso cutaneo. Posologia

Adulti e Adolescenti (di età maggiore o uguale o 12 anni)

Duac Gel deve essere applicato una sola volta al giorno alla sera su tutta l’area interessata.

I pazienti devono essere informati che un’applicazione eccessiva non migliorerà l’efficacia, ma può aumentare il rischio di irritazione cutanea. Se si verificano eccessiva secchezza o desquamazione, la frequenza delle applicazioni deve essere ridotta o l’applicazione temporaneamente interrotta (vedere paragrafo 4.4).

Un effetto sulle lesioni infiammatorie e non-infiammatorie può essere visto già dopo 2-5 settimane di trattamento (vedere paragrafo 5.1).

La sicurezza e l’efficacia di Duac Gel non sono state studiate oltre le 12 settimane negli studi clinici dell’acne vulgaris. Il trattamento con Duac Gel non deve superare le 12 settimane di uso continuativo.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l’efficacia di Duac Gel non sono state determinate nei ragazzi di età inferiore ai 12 anni, in quanto Duac Gel non è raccomandato per l’uso in questa popolazione.

Pazienti anziani

Non ci sono particolari raccomandazioni.

Modo di somministrazione

Duac Gel deve essere applicato in uno strato sottile dopo aver lavato la pelle con un detergente delicato e averla completamente asciugata. Se non si riesce a spalmare facilmente il gel sulla pelle, ne è stata applicata una quantità eccessiva.

Lavare le mani dopo l’applicazione.

04.3 Controindicazioni

Indice

Duac Gel non deve essere somministrato in pazienti con ipersensibilità nota a:

clindamicina

lincomicina

benzoil perossido

uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel prodotto elencati al paragrafo 6.1.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Devono essere evitati contatti con la bocca, gli occhi, labbra, altre mucose o zone in cui la pelle è abrasa o ferita. L’applicazione su aree particolarmente sensibili della pelle deve essere fatta con cautela. In caso di contatto accidentale, sciacquare abbondantemente con acqua.

Duac Gel deve essere usato con cautela in pazienti con storia di enterite segmentaria o colite ulcerativa o coliti antibiotico-dipendenti.

Duac Gel deve essere usato con cautela in pazienti atopici, nei quali può manifestarsi un’ulteriore secchezza della pelle.

Durante le prime settimane di trattamento, un aumento della desquamazione e arrossamento si verifica nella maggior parte dei pazienti. A seconda della gravità di questi effetti indesiderati, i pazienti possono utilizzare una crema idratante non comedogena, ridurre temporaneamente la frequenza di applicazione di Duac Gel o interrompere temporaneamente l’utilizzo; tuttavia, l’efficacia non è stata stabilita per frequenze posologiche inferiori ad una volta al giorno.

Una concomitante terapia topica dell’acne deve essere usata con cautela perché si può verificare un’eventuale irritazione cumulativa, che a volte può essere grave, specialmente con l’uso di agenti esfolianti, desquamanti o abrasivi.

Se si verifica una grave irritazione locale (ad esempio grave eritema, secchezza e prurito grave, dolore pungente grave / dolore bruciante grave), Duac Gel deve essere interrotto.

Poichè il benzoil perossido può provocare una maggiore sensibilità alla luce del sole, non devono essere utilizzate le lampade solari e l’esposizione intenzionale o prolungate al sole deve essere evitata o minimizzata.

Quando l’esposizione a forte luce solare non può essere evitata, i pazienti devono essere avvertiti di usare un prodotto di protezione solare e indossare indumenti protettivi.

Se un paziente ha scottature, queste devono essere risolte prima di utilizzare Duac Gel.

In caso di comparsa di diarrea prolungata o significativa oppure di crampi addominali, il trattamento con Duac Gel deve essere immediatamente sospeso poiché può trattarsi di una manifestazione di colite antibiotico-dipendente. Si consiglia l’impiego di appropriati mezzi diagnostici, come la ricerca del “Clostridium difficile” e delle sue tossine e, se necessario, una colonscopia e la prescrizione di un eventuale trattamento della colite.

Il prodotto può decolorare i capelli o tessuti colorati. Evitare il contatto con capelli, tessuti, mobili o tappeti.

Resistenza alla clindamicina

I pazienti che di recente hanno fatto uso di clindamicina topica o sistemica o che hanno fatto uso di eritromicina hanno maggiori probabilità di aver sviluppato Propionibacterium acnes e flora commensale resistenti agli antimicrobici (vedere paragrafo 5.1).

Resistenza crociata

In caso di monoterapia antibiotica è possibile il manifestarsi di resistenza crociata con altri antibiotici quali la lincomicina e l’eritromicina (vedere paragrafo 4.5).

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Con Duac Gel non sono stati condotti studi formali di interazione tra farmaci.

L’uso concomitante di antibiotici topici, di saponi e detergenti medicati o abrasivi, saponi e cosmetici che abbiano un forte effetto disidratante, e prodotti con alte concentrazioni di alcool e/o astringenti, può determinare un effetto irritante cumulativo e perciò deve essere effettuato con particolare cautela.

Duac Gel non deve essere usato in combinazione con prodotti contenenti eritromicina a causa del possibile antagonismo al componente clindamicina.

La clindamicina ha dimostrato di avere proprietà di blocco neuromuscolare che possono potenziare l’azione di altri agenti bloccanti neuromuscolari. Pertanto deve essere usata cautela nell’uso concomitante.

L’applicazione concomitante di Duac Gel con tretinoina, isotretinoina e tazarotene deve essere evitata in quanto il benzoil perossido può ridurre la loro efficacia e aumentare l’irritazione. Se il trattamento di combinazione è richiesto, i prodotti devono essere applicati in diversi momenti della giornata (ad esempio uno al mattino e l’altro alla sera).

L’uso topico di preparazioni contenenti benzoil perossido contemporaneamente a preparazioni contenenti sulfonamide può causare modifiche temporanee del colore dei capelli e della pelle del viso (giallo/arancio).

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Gravidanza

Non esistono dati adeguati circa l’uso di Duac Gel nelle donne in gravidanza. Non sono stati effettuati studi di riproduzione/sviluppo in animali con Duac Gel o con benzoil perossido. Ci sono dati limitati sull’utilizzo di clindamicina e benzoil perossido da soli in donne in gravidanza. Dati rilevati da un numero limitato di gravidanze in cui si è fatto uso di clindamicina durante il primo trimestre non hanno evidenziato effetti avversi della clindamicina sulla gravidanza o sulla salute del feto o del neonato. Studi di riproduzione in ratti e topi, con un utilizzo di dosi sottocutanee e orali di clindamicina, non hanno evidenziato un’alterazione della fertilità o danni al feto dovuti alla clindamicina.

La sicurezza di Duac Gel in gravidanza non è stata testata nella specie umana. Pertanto, Duac Gel va prescritto dal medico a donne in gravidanza solo dopo un’attenta valutazione del rapporto rischio/beneficio.

Allattamento

L’uso di Duac Gel non è stato studiato durante l’allattamento al seno. Tuttavia, l’assorbimento percutaneo di benzoil perossido e clindamicina è basso; non è noto se la clindamicina o il benzoil perossido vengano escreti nel latte materno in seguito all’utilizzo di Duac Gel, mentre è stata rilevata la presenza di clindamicina dopo l’assunzione di clindamicina nel latte materno per via orale e la somministrazione per via parenterale. Pertanto, l’uso di Duac Gel per il trattamento di pazienti che allattano è consentito solo laddove i benefici attesi superino il rischio per il bambino.

Qualora Duac Gel venga usato durante l’allattamento allo scopo di evitarne l’ingestione accidentale da parte del bambino, esso non deve essere applicato nella zona del seno.

Fertilità

Non ci sono dati sugli effetti di Duac Gel sulla fertilità negli uomini.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Non pertinente.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Le reazioni avverse (ADR) sono riassunte di seguito per Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel come una combinazione tra le ADR aggiuntive che sono stati segnalate per i singoli principi attivi topici, benzoilperossido o clindamicina. Le reazioni avverse sono elencate per sistema, organo classe e frequenza secondo la classificazione MedDRA. Le frequenze sono definite come: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100 e <1/10), non comune (≥1/1,000 e <1/100), raro (≥1/10,000 e <1/1.000) e non nota (che non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

MedDRA Molto comune Comune Non comune³ Non nota²
Disturbi del sistema immunitarioReazioni allergiche inclusa ipersensibilità e anafilassi
Patologie del sistema nervosoMal di testa4Parestesia¹
Disturbi gastrointestinaliColite (inclusa colite pseudo membranosa), diarrea emorragica, diarrea, dolore addominale
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo*Prurito, sensazione di bruciore, secchezza, eritema, desquamazione, (generalmente riportato come "lieve" nella gravità. La frequenza è correlata ai dati di tollerabilità emersi durante gli studi clinici)Dermatite, reazioni di fotosensibilitàEruzione eritematosa, peggioramento dell’acneOrticaria
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazioneDolore al sito di applicazione4Reazioni al sito di applicazione inclusa decolorazione della pelle

¹ Al sito di applicazione.

² Sulla base di segnalazioni post-marketing con clindamicina 10 mg/g + benzoil perossido 50 mg/g per uso topico. Poiché questi casi si riferiscono ad una popolazione di dimensione incerta e sono soggetti a fattori confondenti, non è possibile stimare in modo attendibile la loro frequenza, tuttavia reazioni sistemiche si vedono raramente.

³ Riportati da studi condotti con 10 mg/g + benzoil perossido 50 mg/g per uso topico.

4 Riportati da studi condotti con clindamicina in schiuma 10mg/g.

Tollerabilità locale: durante gli studi clinici pivotal con Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel, i pazienti sono stati classificati per segni locali cutanei e sintomi di eritema, secchezza, desquamazione, prurito e bruciore/dolore pungente. La percentuale di pazienti che avevano sintomi presenti prima del trattamento (basale), durante il trattamento e alla 12° settimana è illustrata nelle seguenti due tabelle:

Percentuale di soggetti nel gruppo Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel (N = 327) con Sintomi di Bruciore / Dolore pungente e Prurito (pazienti valutati)

Dolore pungente e Prurito (pazienti valutati)

Prima del trattamento (valori basali) Massima durante il trattamento Fine del trattamento (Settimana 12)
LieveModerataGraveLieveModerataGraveLieveModerataGrave
Bruciore/dolore pungente15%4%020%6%1%8%2%<1%
Prurito28%6%1%29%9%1%17%2%0

Percentuale di soggetti nel gruppo Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel (N = 327) con Segni di Secchezza, Eritema e Desquamazione (valutati dai ricercatori)

Eritema e Desquamazione (valutati dai ricercatori)

Prima del trattamento (valori basali) Massima durante il trattamento Fine del trattamento (Settimana 12)
LieveBlandaModerataGraveLieveBlandaModerataGraveLieveBlandaModerataGrave
Secchezza15%2%1%024%7%2%09%1%1%0
Eritema19%11%5%026%13%5%<1%19%4%2%0
Desquamazione10%2%0017%3%1%04%<1%00

04.9 Sovradosaggio

Indice

L’uso eccessivo di Duac Gel può causare gravi irritazioni. In questo caso, interrompere l’uso e attendere fino a quando la pelle non si è ripresa.

Il benzoil perossido topico non è generalmente assorbito in quantità sufficienti a produrre effetti sistemici.

Un’applicazione eccessiva di clindamicina topica può provocare l’assorbimento di quantità sufficienti a produrre effetti sistemici.

In caso di ingestione accidentale di Duac Gel, si possono manifestare reazioni avverse gastrointestinali simili a quelle osservate con clindamicina per via sistemica

Per fornire sollievo da irritazioni provocate da un uso eccessivo devono essere adottate misure appropriate.

I casi di ingestione accidentale devono essere trattati clinicamente o come raccomandato dal Centro Nazionale di veleni, dove disponibile.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: clindamicina, associazioni. Codice ATC: D10 AF51.

La Clindamicina è un antibiotico derivato dalla lincomicina con azione batteriostatica su Gram-positivi aerobi ed un ampio spettro di batteri anaerobi. Le lincosamidi, come la clindamicina, si legano alla subunità 23S del ribosoma batterico ed inibiscono gli stadi precoci delle sintesi proteiche. L’azione della clindamicina è prevalentemente batteriostatica anche se alte concentrazioni possono avere una lenta azione battericida su ceppi sensibili.

Pur essendo la clindamicina fosfato inattiva in vitro, una rapida idrolisi in-vivo converte il composto in clindamicina antibatterico attivo. Studi clinici hanno dimostrato l’azione della clindamicina sui comedoni di pazienti affetti da acne a livelli tali da essere attiva verso la maggior parte dei ceppi del Propionibacterium acnes. La clindamicina in vitro inibisce tutte le colture di Propionibacterium acnestestate (MIC 0,4mcg/ml). In seguito all’applicazione di clindamicina gli acidi grassi insaturi della superficie cutanea sono diminuiti dal 14% al 2% circa.

Il benzoil perossido ha una blanda azione cheratolitica sui comedoni in qualsiasi stadio del loro sviluppo. Si tratta di un agente ossidante con attività battericida contro il Propionibacterium acnes, organismo implicato nello sviluppo dell’acne vulgaris. Inoltre è un sebostatico, e quindi contrasta l’eccessiva produzione di sebo associata all’acne.

Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel ha una combinazione di agenti blandamente cheratolitici e antibatterici che ha una particolare attività contro le lesioni infiammatorie dell’acne volgare di entità da lieve a moderata.

L’insorgenza di resistenze acquisite può variare sia geograficamente che nel tempo per le specie selezionate. Informazioni a livello locale sulla resistenza sono auspicabili, soprattutto nel trattamento di infezioni severe.

L’aggiunta di benzoil perossido nella clindamicina 10 mg/g + benzoil perossido 50 mg/g gel riduce il potenziale per l’insorgenza di organismi resistenti alla clindamicina. Questo effetto non è stato studiato con Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel.

La presenza di ambedue le sostanze attive in un solo prodotto è più conveniente ed assicura una maggiore compliance dei pazienti.

Efficacia clinica e sicurezza

La sicurezza e l’efficacia di Duac10 mg/g + 30 mg/g Gel applicato una volta al giorno sono state valutate in uno studio di fase III a 12 settimane, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco condotto su 1315 soggetti con acne vulgaris, dai 12 ai 45 anni. Duac10 mg/g + 30 mg/g Gel è stato confrontato con clindamicina 1% in veicolo gel, benzoil perossido 3% in veicolo gel, e solo veicolo gel. I principali parametri di efficacia per la gravità dell’acne sono stati valutati usando la conta delle lesioni e la scala di Valutazione Globale Statica a 6 punti dello Sperimentatore (ISGA). La scala di punteggio ISGA utilizzata nello studio clinico è stata la seguente:

Grado/punteggio Descrizione
0Pelle chiara, senza lesioni infiammatorie e non-infiammatorie
1Quasi chiaro: rare lesioni non-infiammatorie presenti, con rare papule.
2Lieve entità: maggiore di Grado 1, alcune lesioni non-infiammatorie con poche lesioni infiammatorie (solo papule / pustole, senza lesioni nodulari).
3Moderata gravità: superiore al Grado 2, molte lesioni non-infiammatorie e solo alcune lesioni infiammatorie, ma non più di 1 piccola lesione nodulare.
4Grave: superiore al Grado 3, fino a molte lesioni infiammatorie e non-infiammatorie, ma non più di poche lesioni nodulari.
5Molto grave: molte lesioni non-infiammatorie e infiammatorie e più di poche lesioni nodulari. Ci possono essere lesioni cistiche.

L’età media dei soggetti era di 20,4 anni e il 60% erano donne e il 79% era di origine caucasica. Al valore basale, il numero medio di lesioni da acne per soggetto era pari a 72 lesioni totali, con il 45,3 di lesioni non infiammatorie e 26,6 di lesioni infiammatorie. La maggior parte dei soggetti (62%) è stato arruolata con un punteggio basale ISGA di 3 (range da 2 a 4). I risultati di efficacia alla settimana 12° vengono presentati nella tabella seguente.

Risultati di efficacia alla 12° settimana

Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel (n=327) Clindamicina 1% gel (n=328) Benzoil perossido 3% gel (n=328) Veicolo gel (n=332)
Lesioni infiammatorie
Riduzione assoluta media*18.2 15.6 16.8 13.1
Riduzione percentuale media68,9% 58,1% 61,8% 48,8%
Lesioni non infiammatorie
Riduzione assoluta media24.8 19.822.2 14.8
Riduzione percentuale media53,9% 43,3%50,8% 34,0%
Lesioni totali
Riduzione assoluta media43.0 35.5 39.0 27.8
Riduzione percentuale media59,8% 49,2%55,5% 40,4%
Valutazione globale dello sperimentatore
Percentuale di soggetti con almeno 2 gradi di miglioramento nel ISGA dal valore basale alla 12° settimana39% 25% 30% 18%
Percentuale di soggetti con ISGA di pelle chiara o quasi chiara alla 12° settimana45% 28% 35% 24%

• Endpoint primario. Le differenze statisticamente significative rispetto a Duac 10 mg/g+30 mg/g Gel sono indicate in grassetto.

Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel era superiore alla clindamicina gel, al benzoil perossido gel al 3%, e al veicolo gel nella proporzione di soggetti che ha avuto almeno un miglioramento di 2 punti nell’ISGA.

Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel era superiore a clindamicina gel e al veicolo gel nella riduzione assoluta di lesioni infiammatorie, non infiammatoria, e totale, ed era superiore al benzoil perossido al 3% nella riduzione assoluta delle lesioni infiammatorie e totali.

Gli endpoint secondari hanno mostrato che la percentuale di riduzione in tutti i conteggi delle lesioni dal basale alla settimana 12 per Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel è risultata superiore al gel di clindamicina 1% e al veicolo gel e la percentuale di riduzione delle lesioni infiammatorie era superiore al benzoil perossido gel al 3%. La percentuale di soggetti con punteggio ISGA da 0 (chiaro) o 1 (quasi chiaro) alla settimana 12 è stata significativamente maggiore per Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel in relazione ai suoi costituenti attivi e al veicolo gel.

In un’analisi separata dei dati si è osservato che una percentuale maggiore di soggetti nel gruppo Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel ha avuto un miglioramento di 2 gradi nell’ISGA dai valori basali alla settimana 12 unitamente ad un punteggio di ISGA di 0 (chiaro) o 1 (quasi chiaro) alla settimana 12 rispetto clindamicina gel (P <0.001), benzoil perossido gel (P = 0.003), e veicolo di gel (p <0.001).

Altri endpoint

In una valutazione di altri parametri, si aveva un miglioramento rispetto al veicolo o al gel di clindamicina sulle lesioni infiammatorie e non infiammatorie risultava dopo 2 settimane di trattamento (P <0.05). La conta delle lesioni ha continuato a diminuire nel corso delle 12 settimane di durata dello studio.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

In uno studio effettuato in condizioni di massimo assorbimento percutaneo i livelli medi di clindamicina nel plasma dopo un periodo di applicazione di 4 settimane di Duac Gel erano insignificanti (0,043% della dose applicata).

La presenza di benzoil perossido nella formulazione non ha avuto effetto sull’assorbimento percutaneo di clindamicina.

Studi con elementi radio-marcati hanno evidenziato che l’assorbimento di benzoil perossido attraverso la pelle può verificarsi solo in seguito alla conversione in acido benzoico. L’acido benzoico viene prevalentemente coniugato, formando acido ippurico, che viene eliminato per via renale.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Duac Gel

Studi con dosi ripetute sulla tossicità dermica condotti con Duac Gel in due specie per una durata fino a 90 giorni, non hanno evidenziato effetti tossici, a parte una minima irritazione locale.

Uno studio sull’irritazione oculare ha rilevato che Duac Gel è solo scarsamente irritante.

Non sono stati condotti altri studi preclinici con Duac Gel, ma solo per le singole sostanze benzoil perossido e clindamicina.

Benzoil perossido

In studi di tossicità sull’animale il benzoil perossido è stato ben tollerato quando applicato a livello topico.

Sebbene sia stato osservato che dosi alte di benzoil perossido provochino interruzioni nei filamenti di DNA, i dati disponibili di altri studi di mutagenesi, di carcinogenesi e di foto co-carcinogenesi evidenziano che il benzoil perossido non è un cancerogeno nè un foto cancerogeno.

Non sono disponibili dati sulla tossicità riproduttiva.

Clindamicina

Studi in vitro e in vivo non hanno rilevato alcun potenziale mutageno della clindamicina. Non sono stati effettuati studi a lunga durata su animali per la ricerca del potenziale cancerogeno della clindamicina. D’altronde i dati preclinici dimostrano non esserci alcun rischio particolare per l’uomo sulla base degli studi convenzionali di tossicità di dose singola e ripetuta e di tossicità riproduttiva.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Carbomer (50000mPa.s) Dimeticone (100mm2.s-1) Lauril Sulfosuccinato Disodico Edetato disodico

Glicerolo

Silice colloidale idrata Polossamero 182 Acqua depurata Sodio idrossido

06.2 Incompatibilità

Indice

Non pertinente

06.3 Periodo di validità

Indice

Periodo di validità del prodotto come confezionato per la vendita: 18 mesi Periodo di validità del prodotto dopo la prima apertura: 2 mesi

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

e Conservare in frigorifero (2° C – 8° C). Non congelare. Condizioni di conservazione dopo la prima apertura Non conservare a temperatura superiore ai 25° C.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Tubo di alluminio internamente laccato e sigillato con membrana, dotato di tappo a vite in polietilene, in contenitore di cartone.

Confezioni: tubi da 6, 15, 25, 30 , 50, 55, 60 e 70 grammi.

E’ possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna istruzione particolare.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Stiefel Laboratories (Ireland) Ltd – Finisklin Business Park – Sligorlanda Rappresentante per l’Italia

: GlaxoSmithKline S.p.A. – Via A. Fleming, 2erona

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

Duac 10 mg/g + 30 mg/g Gel Tubo da 30 g – AIC: 036925093

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data della prima autorizzazione: 17 Settembre 2013

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Settembre 2013

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Torna all’indice

Duac – Gel Tubo 60 G 1%+3% (Benzoilperossido+clindamicina Fosfato)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta Ripetibile Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: D10AF51 AIC: 036925105 Prezzo: 41,6 Ditta: Glaxosmithkline Spa


Duac – Gel Tubo 30 G 1%+3% (Benzoilperossido+clindamicina Fosfato)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta Ripetibile Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: D10AF51 AIC: 036925093 Prezzo: 29,9 Ditta: Glaxosmithkline Spa


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983