Chitodine 1% – Iodio: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Chitodine 1%

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Chitodine 1%: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Chitodine 1%: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

CHITODINE 1%

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Principio attivo:

Iodio supportato su chiosano,

(10% in Iodio libero) g 10

Eccipiente:

Chitosano glutammato g 90

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Polvere cutanea

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Disinfezione e pulizia della cute lesa (ferite, piaghe) e per la medicazione chirurgica.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Cospargere 3-5 grammi di Chitodine sulla parte da medicare (ferite, piaghe) e ricoprire con una garza. Ripetere l’operazione, se necessario, 1-3 volte al giomo. Si consiglia di non superare le dosi indicate.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità verso i componenti. E’ controindicato l’uso regolare in pazienti con disordini tiroidei. Non usare in bambini di età inferiore ai 6 mesi.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Il prodotto è solo per uso esterno, l’uso , specie s e prolungato, dei prodotti per uso topico, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione, in tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire una idonea terapia. Evitare l’impiego su superfici eccessivamente estese. Non applicare con bendaggio occlusivo. In età pediatrica usare solo in casi di effettiva necessità e sotto controllo medico.

L’assorbimento sistemico dello Iodio deve essere tenuto presente se il paziente viene sottoposto ad esame della funzionalità tiroidea.

Non utilizzare il prodotto per trattamenti prolungati; dopo breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili consultare il medico.

L’ingestione o l’inalazione accidentale può avere conseguenze gravi, talvolta fatali. Evitare il contatto con gli occhi. Non inalare. Tenere il medicinale fuori della portata dei bambini.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

E’ bene evitare l’uso contemporaneo di altri antisettici e detergenti. Non impiegare sulla parte trattata, contemporaneamente, saponi o pomate contenenti mercurio o composti col benzoino.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Poiché lo Iodio viene assorbito per via sistemica, specialmente quando si trattano ulcere estese, l’uso del Chitodine è controindicato in gravidanza e durante l’allattamento; infatti lo Iodio assorbito può attraversare la barriera placentare ed essere escreto con il latte.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Non pertinente.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

E’ possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore o irritazione), in tal caso interrompere il trattamento. La reazione dello iodio con i tessuti lesi può ritardarne la cicatrizzazione.

Può interferire con le prove di funzionalità tiroidea.

Comunicare al proprio medico od al proprio farmacista la comparsa di effetti indesiderati non descritti.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non esiste rischio di sovradosaggio alle normali condizioni d’uso. L’applicazione su ustioni o su vaste superfici prive di epitelio, può produrre gli effetti sistemici dello iodio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Gruppo farmacoterapeutico:atc D08AG03. il Chitodine ha, come principio attivo, lo iodio supportato su chiosano e presenta quindi lo spettro d’azione dello iodio (attività sui batteri Gram+ e Gram-, funghi, protozoi, lieviti, virus e spore) con il vantaggio di una cessione graduale che consente di non irritare, non danneggiare e non sensibilizzare a cute.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Il Chitodine, viene scarsamente assorbito. In caso di funzionalità tiroidea normale non sono da attendersi alterazioni dei valori di PBI e T4.

L’applicazione su ustioni o su vaste superfici prive di epitelio può produrre effetti sistemici dello iodio che andranno verificati con controlli specifici.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

DL50: orale/ratto= 14 g/kg – e.v./cane=40 mg/kg – scu/coniglio=175 mg/kg

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Chitosano glutammato

06.2 Incompatibilità

Indice

Lo iodio è incompatibile con sali di mercurio, carbonati, acido tannico, alcali, perossido d’idrogeno.

06.3 Periodo di validità

Indice

36 mesi dalla data di fabbricazione per confezionamento integro e perfettamente sigillato.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Conservare lontano dalle fonti di calore, ben chiuso.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Chitodine, flaconcini pluridose di polietilene opaco contenenti 20g o 50g di prodotto. Chitodine, bustine monodose in triplo strato di carta con interno in alluminio/PE contenenti 3g o 5g di prodotto.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Cospargere sulla parte da medicare e ricoprire con garza. Non superare le dosi riportate nel paragrafo 4.2.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

IMS Srl

Via Laurentina n. 169 – 00040 Pomezia (Roma)

Concessionario esclusivo di vendita per l’Italia:

MEDOSAN Industrie Biochimiche Riunite S.r.l.

Via di Cancelliera, 12 – 00041 Albano Laziale (Roma)

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

Chitodine 1% polvere cutanea, flacone 20 g A.I.C. 032654030

Chitodine 1% polvere cutanea, flacone 50 g A.I.C. 032654042

Chitodine 1% polvere cutanea, 10 bustine da 3 g A.I.C. 032654016

Chitodine 1% polvere cutanea, 6 bustine da 5 g A.I.C. 032654028

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

15 Aprile 1996

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Settembre 2000

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice