Home Schede Tecniche Bronchenolo: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Bronchenolo: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Bronchenolo

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Bronchenolo: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Bronchenolo: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

BRONCHENOLO SCIROPPO

BRONCHENOLO COMPRESSE

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

100 ml di sciroppo contengono:

principi attivi: destrometorfano bromidrato 0,15 g, potassio solfoguaiacolato 0,80 g, ammonio acetato 1,00 g.

Una compressa contiene:

principio attivo: destrometorfano bromidrato (adsorbito su magnesio trisilicato) 7,5 mg.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Sciroppo, compresse.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Sedativo della tosse.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

BRONCHENOLO SCIROPPO

Adulti e ragazzi (al di sopra dei 12 anni): 3-6 cucchiai da tè nelle 24 ore.

Bambini (dai 2 ai 12 anni): 1-4 cucchiaini nelle 24 ore, secondo l’età.

Il prodotto può essere assunto a qualsiasi ora.

BRONCHENOLO COMPRESSE

Adulti e ragazzi (al di sopra dei 12 anni): 6/8 compresse nelle 24 ore.

Bambini (dai 6 ai 12 anni): 2/4 compresse nelle 24 ore, secondo l’età.

Le compresse vanno sciolte in bocca.

NON SUPERARE LE DOSI CONSIGLIATE

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.

Non usare contemporaneamente, o nelle due settimane successive a trattamento con antidepressivi.

Il prodotto non è consigliabile in pazienti asmatici.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Nei bambini al di sotto dei due anni, il preparato deve essere somministrato solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Non superare le dosi consigliate. Se dopo 5-7 giorni di trattamento non si ottengono i risultati sperati, occorre consultare il medico. Come già segnalato, il prodotto non deve essere utilizzato contemporaneamente o nelle due settimane successive al trattamento con antidepressivi.

È sconsigliabile durante la terapia l’abuso di alcool.

Lo sciroppo contiene saccarosio nella quantità di 66 g in 100 ml, di ciò si tenga conto in caso di diabete o di diete ipocaloriche.

Tenere fuori della portata dei bambini.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Il prodotto non deve essere utilizzato contemporaneamente o nelle due settimane successive al trattamento con antidepressivi.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Nelle donne in stato di gravidanza, il preparato deve essere somministrato solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Poiché il prodotto può dare sonnolenza, di ciò devono essere avvertiti coloro che potrebbero condurre autoveicoli od attendere ad operazioni richiedenti integrità del grado di vigilanza.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Se si superano le dosi consigliate, possono aversi nausea, vomito, vertigini e sonnolenza.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non sono noti casi di intossicazione acuta negli adulti anche con dosi 100 volte superiori alla dose normale, consigliata per gli adulti.

In letteratura è riportato un caso di intossicazione accidentale con sciroppo contenente destrometorfano, in una bambina di 22 mesi che ne ha ingerito 360 mg; i sintomi presentati erano atassia e ipereccitabilità.

L’atassia si è risolta rapidamente con la somministrazione di 60 mcg di naloxone per via endovenosa. L’eccitabilità si è risolta nel giro di 8 ore.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Il destrometorfano bromidrato, principio attivo presente nelle due specialità, destroisomero del morfinano, possiede una attività antitosse centrale simile a quella della codeina.

Tale attività si esplica, nell’animale da esperimento, inibendo la capacità del centro della tosse di sommare gli impulsi afferenti, elevando così la soglia tussigena.

Nell’uomo, somministrato per via orale alle dosi terapeutiche, il destrometorfano esercita una efficace azione antitussiva sia in condizioni sperimentali, quali la tosse indotta da inalazione di acido citrico a varie concentrazioni, sia in varie condizioni cliniche, fra cui infiammazione delle vie aeree superiori, broncopneumopatie croniche e tubercolosi polmonare.

Nella specialità in sciroppo sono presenti anche il potassio sulfoguaiacolato e l’ammonio acetato.

Il potassio solfoguaiacolato è dotato di azione espettorante, la sua azione si esercita per via vagale, stimolando la secrezione del tratto respiratorio. Già attivo come molecola non viene metabolizzato dall’organismo.

L’ammonio acetato, assunto per via orale, esercita come gli altri sali d’ammonio, un’azione espettorante che origina dal riflesso vagale, indotto dalla mucosa gastrica.

È inoltre dotato di blanda azione diaforetica e diuretica.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Somministrando una dose tracciante di 14C-destrometorfano, si osserva una curva plasmatica monofasica, con picco alla 4a ora.

L’escrezione urinaria del tracciante dopo 24 ore è del 42,7% e quella fecale dello 0,12%.

Il potassio solfoguaiacolato, presente solo nello sciroppo, viene bene assorbito, dopo l’assunzione per os, dal tratto gastroenterico, viene in parte escreto attraverso il tessuto polmonare, per la sua elevata volatilità ed in parte con le urine e le feci.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

La tossicità acuta per via orale è stata studiata nel topo, nel ratto e nel coniglio.

La DL50 del destrometorfano varia da 150 a 350 mg/kg per via orale, da 150 a 600 mg/kg per via sottocutanea da 15 a 40 mg/kg per via endovenosa.

A dosi terapeutiche il destrometorfano non provoca in genere fenomeni collaterali.

Per quanto riguarda lo sciroppo, la tossicità acuta per via orale è stata studiata nel topo e nel ratto utilizzando una soluzione contenente i principi attivi a concentrazioni rispettivamente 5 e 6 volte superiori a quelle presenti nella formulazione del BRONCHENOLO SCIROPPO.

Le DL50 sono state rispettivamente:

– 23,7 ml/kg (178 mg/kg) per il topo

– 22,8 ml/kg (205 mg/kg) per il ratto.

Le prove di tossicità subacuta per via orale condotte per 15 giorni nel ratto e nel cane, per le quali si sono usate formulazioni di BRONCHENOLO SCIROPPO contenenti quantità di destrometorfano bromidrato tali da poter somministrare dosi 5-10 volte superiori a quella massima proposta per l’impiego clinico, consentono di concludere per una buona tollerabilità del prodotto.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Sciroppo: aroma limone, aroma menta, alcool etilico, metile p-idrossibenzoato, saccarosio, acqua depurata.

Compresse: destrati, mannite, saccarina sodica, magnesio stearato, aromi balsamici naturali.

06.2 Incompatibilità

Indice

Non segnalate.

06.3 Periodo di validità

Indice

Sciroppo: 60 mesi

Compresse: 36 mesi

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Nessuna.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

BRONCHENOLO SCIROPPO: flacone da 160 ml

BRONCHENOLO COMPRESSE: blister contenente 20 compresse

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

GLAXOSMITHKLINE CONSUMER HEALTHCARE S.p.A. – Via Zambeletti s.n.c.- Baranzate di Bollate (MI)

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

BRONCHENOLO SCIROPPO: AIC 006090043

BRONCHENOLO COMPRESSE: AIC. 006090056

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data di prima autorizzazione:

BRONCHENOLO SCIROPPO: 14.03.1952

BRONCHENOLO COMPRESSE: 19.07.1984

Rinnovo: Giugno 2000

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Ottobre 2002

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice